“Andate in cucina, siete delle merde”: veterani offendono la squadra femminile della stessa società. Partita sospesa e squadra ritirata

Condividici

Catalogna, squadra veterana ritirata dopo offese alle calciatrici della squadra femminile

“Andate in cucina, siete delle merde”. O ancora “siete delle poco di buono”.

Sono solo alcuni degli insulti che le giocatrici di una squadra di calcio femminile della seconda divisione spagnola hanno dovuto subire dai componenti della squadra maschile veterana (in Spagna esiste la , a bordo campo in fase di riscaldamento in vista del match imminente.

“Uscite dal campo che dobbiamo giocare noi, questa partita dovrebbe essere sospesa, non dovrebbe essere giocata”, hanno quindi continuato, secondo quanto riportato dall’arbitro della gara, Alexia Mayer.

La ben poco edificante vicenda (per usare un eufemismo, anche se c’è poco da usare eufemismi quando si parla di ritardati) arriva da Terrassa, comune catalano di oltre 200.000 abitanti nella provincia di Barcellona.

La partita è di fatto stata sospesa al 32′, sul risultato di 4-1 per le ospiti del Viladecavalls, offese a loro volta dagli insulti dei vecchi rincoglioniti a bordo campo (la squadra coinvolta in questa vicenda di puro machismo è quella composta dai veterani della squadra catalana).

Squadra prontamente ritirata dalla società, che si è prontamente dissociata dal comportamento dei propri associati con un comunicato attraverso l’account ufficiale del club. A sua volta Noemì Lopez, calciatrice della squadra femminile, ha così stigmatizzato l’accaduto: “Sembra falso che siamo nel pieno del XXI secolo… Ieri le componenti due squadre, giocando a ciò che più ci piace, abbiamo dovuto sopportare commenti machisti da parte di una squadra di veterani, molti dei quali sono genitori; che vergogna”.

Dal 2009 dirigo una testata da mezzo milione di lettori al mese (a volte più a volte meno).
Dal 2017 vicedirigo ‘L’Opinabile’ e per L’O provo a vedere che succede nel mondo.
Scrivo tantissimo, spesso non mi firmo.
Perché poi quando mi rileggo a volte mi piaccio e a volte non mi piaccio, come quando mi guardo allo specchio.

About erredivi 99 Articles
Dal 2009 dirigo una testata da mezzo milione di lettori al mese (a volte più a volte meno). Dal 2017 vicedirigo 'L'Opinabile' e per L'O provo a vedere che succede nel mondo. Scrivo tantissimo, spesso non mi firmo. Perché poi quando mi rileggo a volte mi piaccio e a volte non mi piaccio, come quando mi guardo allo specchio.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*