Egitto più sicuro di Inghilterra e Stati Uniti. Ma anche dell’Italia (che è più insicura di Rwanda e Cambogia…)

Condividici

L’Inghilterra è più pericolossa dell’Egitto e gli Stati Uniti sono più pericolosi della Giordania (e dell’Egitto stesso): se il mondo è una nostra rappresentazione, allora questa è la rappresentazione del mondo nel 2017.

A stabilirlo, il sondaggio Global Law and Order condotto dalla Gallupscaricabile da qui. Ad un campione di 148.000 persone sparse in 142 peesi, sono stati posti i seguenti quesiti:

Nella città o nell’area dove vivi, hai fiducia nella forza di polizia locale?
Ti senti sicur* camminando da sol* di notte nella città o nell’area dove vivi?
Negli ultimi 12 mesi, sono stati rubati soldi o oggetti a te o a un altro componente del tuo nucleo familiare?
Negli scorsi 12 mesi, sei stat* aggredit* o rapinat*?

Quindi, secondo la percezione degli stessi abitanti, questi di seguito sono i cinque Paesi più sicuri:

Singapore
Norvegia
Islanda
Finlandia
Uzbekistan

Mentre i cinque Paesi meno sicuri sono i seguenti:

Venezuela
Afghanistan
Sudan del Sud
Gabon
Liberia

E l’Italia? Secondo i nostri concittadini intervistati dall’istituto americano di ricerca il Bel Paese non è il posto più sicuro al Mondo, anzi. L’Italia si assesta a metà classifica: dietro ai paesi citati ad inizio articolo (Inghilterra, Stati Uniti, Egitto e Giordania) ma anche dietro a paesi come Rwanda, Cambogia, Marocco ed Algeria.

Con il numero di reati statisticamente in calo, il fatto che ci si percepisca come un posto sicuro, sì, ma poi non troppo, ritengo sia dovuto al proliferare di notizie pompate ad arte al fine di ottenere click (perché i click portano denari, babe) quando non direttamente di fake news, oltre ad una campagna elettorale lunghissima e dai toni esacerbati su temi come sicurezza e contrasto ai flussi migratori.

Chissà come andrà la prossima rilevazione, dopo un anno di pugno di ferro Salviniano: riuscirà l’Italiano a percepirsi più sicuro o il ministro degli Interni proseguirà – anche al Governo, così come sta facendo al momento – a cavalcare le paure degli Italiani, in una campagna elettorale perenne?

Dal 2009 dirigo una testata da mezzo milione di lettori al mese (a volte più a volte meno).
Dal 2017 vicedirigo ‘L’Opinabile’ e per L’O provo a vedere che succede nel mondo.
Scrivo tantissimo, spesso non mi firmo.
Perché poi quando mi rileggo a volte mi piaccio e a volte non mi piaccio, come quando mi guardo allo specchio.

About erredivi 98 Articles
Dal 2009 dirigo una testata da mezzo milione di lettori al mese (a volte più a volte meno). Dal 2017 vicedirigo 'L'Opinabile' e per L'O provo a vedere che succede nel mondo. Scrivo tantissimo, spesso non mi firmo. Perché poi quando mi rileggo a volte mi piaccio e a volte non mi piaccio, come quando mi guardo allo specchio.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*