Silvio show al Quirinale: come delegittimare gli alleati in poche rapide mosse – VIDEO

Condividici

Oltre ad essere un interessantissimo periodico, cerchiamo anche di fare da quotidiano.

Non possiamo quindi bucare lo show di Berlusconi al Quirinale dopo le consultazioni con il Presidente Mattarella al fine di provare a formare un Governo.

Uno show così scoppiettante che le nostre bacheche hanno finalmente smesso di essere una sorta di Processo di Biscardi: dopo la glorificazione della Roma e le recriminazioni legate all’eliminazione della Juventus, torniamo tutti a parlare di cose serie (?)

Vediamo l’indubbio talento Berlusconi nel rubare la scena in una apparizione di appena 5 minuti (che potreste anche vedere senza audio. Lo Show sarebbe comunque impagabile).

L’81enne che sembrava aver ceduto il passo al leader designato Salvini (che infatti è colui il quale si trova a parlare ai giornalisti, non prima di essere introdoto dal Nostro) si ripiglia tutto quello che è suo: durante il discorso del leader della Lega gesticola come un forsennato, mostra di conoscere il discorso a memoria mimando il labiale, fa facce che nemmeno un Jim Carrey d’annata; quindi, una volta che Salvini ha terminato, sposta – fisicamente, letteralmente – i suoi alleati e si prende il microfono, con fare da rockstar.

Alla fine della fiera, tutto ciò che non sia Berlusconi stesso risulta fortemente delegittimato: tanto gli alleati attuali (Salvini e la Meloni che – dicono – non l’hanno presa molto bene), quanto gli alleati ipotetici (il Movimento 5 Stelle, alleato solo nelle ipotesi di Salvini, perché Berlusconi ha voluto sottolineare la differenza tra “chi è veramente democratico da chi non conosce l’ABC della democrazia”); anche i giornalisti, cui dice “fate i bravi”, sono solo degli sparring partner nel suo show.

L’unica cosa che conta non è vincere. E’ Silvio.
Menomale che Silvio c’è.

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*