L’Europa chiede alla Russia di rimuovere i missili Irkander da Kaliningrad

Condividici

Lo scorso mese di novembre la Russia ha schierato a Kaliningrad, al confine con i Paesi Nato di Lituania e Polonia, i missili anti-navi Bastion. Una decisione arrivata in un momento di forte tensione tra il Paese e l’Occidente; in seguito è intervenuto Viktor Ozerov, presidente della Commissione difesa della Camera alta del Parlamento russo, sottolineando che Mosca avrebbe schierato nella sua enclave baltica anche missili di difesa aerea Iskander ed S-400. E’ notizia di questi giorni che l’Europa avrebbe chiesto alla Russia di rimuovere da Kaliningrad i missili Iskander, estremamente allarmata dalla possibilità che questi missili vengano distribuiti in modo permanente come sottolineato dal ministro tedesco degli Esteri Sigmar Gabriel. In precedenza anche l’ambasciatore della Polonia negli Stati Uniti, Piotr Wilczek, aveva sottolineato le sue preoccupazioni in merito alla crescente potenza militare della Russia, affermando che il Paese guidato da Putin starebbe cercando, in tal modo, di recuperare il suo status di superpostenza perso in seguito al crollo dell’Urss.

Il diplomatico ha osservato che questa tipologia di missili potrebbe, da Kaliningrad, raggiungere la Polonia, la Germania e gli stati baltici. I sistemi missilistici Ikander sono stato dispiegato nella regione di Kaliningrad dallo scorso autunno in risposta allo schieramento del sistema di difesa missilistico degli Stati Uniti in Europa. John Kirby, portavoce del Dipartimento di Stato, ha sottolineato che gli Stati Uniti avrebbero esortato la Russia a non schierare Irkander e missili S-400, per non rappresentare una minaccia per la sicurezza europea e ha ricordato che la Russia ha promesso da almeno 20 anni di schierare questi sistemi missilistici nella regione di Kaliningrad per rispondere ad una serie di situazioni in Europa. Situazioni che, ha aggiunto Kirby, non richiedono una reazione di questo tipo.

Non molto tempo fa, del resto, il portavoce ufficiale di Putin, Dmitry Peskov ha dichiarato alla Bbc che rimuovere i missili russi da Kaliningrad è impossibile fintanto che quelli della Nato rimarranno in Europa. “E’ impossibile – ha sottolineato in tale occasione – rimuovere quei missili, non sapendo se i piani per costruire il sistema missilistico anti-Russia nel continente europeo siano stati aboliti”.

Daniele Orlandi

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*