Siria una volta – I Siriani cantano l’amore

Condividici

L’Opinabile – Rivista di critica in formazione

Preferisco parlare d’amore invece che parlare di guerra. Evocare la poesia erotica araba è in un certo senso un modo per restituire al popolo siriano la vera immagine che dovrebbe avere in Occidente.

Oggi, quando si nomina la Siria le prime cose che vengono in mente sono la guerra, immagini di bambini morti, la crisi dei migranti, l’ISIS, il terrorismo. Quando si evoca la donna araba, se ne escono direttamente col velo e più recentemente col Burkini.

Mi meraviglia vedere come la guerra in Siria abbia potuto far dimenticare tutta la cultura di questo paese e il suo contributo al progresso dell’umanità: l’invenzione del primo alfabeto a Ugarit, vicino l’odierna Laodicea; Damasco la capitale più antica del mondo; Aleppo una delle città più antiche del mondo, l’invenzione della prima nota musicale e la scoperta dell’agricoltura sulle coste dell’Eufrate; ma anche Palmira, la perla del deserto, uno dei pochi regni ad aver tenuto testa ai Romani, guidato da una grande donna, la regina Zenobia. Senza dimenticare la città di Maalula, l’ultima in cui si parla ancora l’aramaico (la lingua di Cristo). Sulle strade di Damasco, San Paolo ha trovato la fede, prima di prendere il mare e sbarcare in Europa… La lista è molto lunga, e non smette mai di sorprendere. Allora ho deciso attraverso questa tribuna di far scoprire ai lettori la cultura, la storia, e in un certo modo la letteratura di questo paese e dei dintorni. Per oppormi alle immagini orribili della guerra che vediamo sui media di massa, ho deciso, per questo primo numero, di parlare di amore; per essere esatti della nozione di amore erotico per i mussulmani. Sperando di inaugurare questo nuovo anno con speranza e amore, purché duri per sempre.

La nozione di amore erotico nell’Islam è influenzata da una parte dalla castità cristiana e dall’altra dal Kamasutra indiano. Finché la relazione sessuale rientra in un quadro legittimo, quindi, il mussulmano ha il diritto di giacere con la propria donna quanto desidera. La sessualità è allora “de-complessata” e non serve solamente alla riproduzione. Nel libro L’érotisme Arabe Malek Chebel mostra che esistono tre tipi di amore nella cultura araba:

[…] Continua a leggere l’articolo gratuitamente sul numero di Gennaio 2017

DI LUBNA SAREJI

Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*